Il mio cane vuole essere il capo?

Il mio cane vuole essere il capo?

Il mio cane vuole essere il capo?

08/03/2019

Crescere un cane non è sempre semplice. Certo, adori il tuo cane, ma a volte può avere dei comportamenti che ti fanno impazzire: abbaiare agli ospiti o alle persone per strada, ringhiare contro altri cani, masticare le tue cose o ignorarti quando lo chiami. Anche come dog sitter, può essere difficile lavorare con un cane che non ti ascolta. Il tuo cane vuole solo essere dominante? O possono esserci altri motivi che causano questi comportamenti?

Da molto tempo gli addestratori di cani hanno lavorato secondo la "teoria del dominio". Questa teoria si basava sul presupposto che un cane naturalmente desidera essere il leader del branco e quindi cerca sempre di rivendicare la posizione alfa nella famiglia. Un sacco di comportamenti indesiderati, come mostrare aggressività o ignorare i comandi, sono stati spiegati da questa teoria: i problemi erano presumibilmente causati dal desiderio di essere "cane capo". Ad un proprietario (o dog sitter) un esperto in materia consiglierebbe di assumere un ruolo di leadership dominante e sopprimere il comportamento indesiderato con correzioni o punizioni. Ma nuove prove suggeriscono che la teoria del dominio è probabilmente superata e scorretta.. E per fortuna, c'è un modo molto più gentile per allevare e addestrare i nostri cani!

Armonia nel branco

In passato, la ricerca sulla teoria del dominio era basata su lupi tenuti in cattività. I lupi in natura, tuttavia, si comportano in modo più armonioso l'uno con l'altro. I loro branchi non sono dissimili da una famiglia umana. Il cane domestico si comporta molto di più secondo questo "modello di armonia nel branco". Questo significa che il tuo cane vuole solo essere amico di ogni membro della famiglia. Il cane non cerca di dominarti, ma vuole solo provare una vera connessione con te e gli altri amici (umani) della famiglia.

I lupi in natura (e anche i cani domestici) non amano combattere e competere l'uno con l'altro. Sì, c'è una gerarchia nel branco ma questo può cambiare in base alla situazione. Il leader è colui che è più in grado di guidare il gruppo in quel momento. Quindi il ruolo cambia con la necessità.

Ma perché il mio cane si comporta male allora?

Se il tuo cane non vuole "dominarti", allora perché presenta ancora un comportamento antisociale? Perchè un cane abbaia, per esempio?  O perché alcuni cani mostrano aggressività? Ci possono essere molti motivi. Fortunatamente, i cani ci aiutano a capirli attraverso il loro linguaggio del corpo.

Il tuo cane darà sempre dei sottili segnali di avvertimento in anticipo. Ad esempio, se il tuo cane vede avvicinarsi un altro cane da lontano, presta molta attenzione al suo linguaggio del corpo, all'atteggiamento e al comportamento che assume. Il tuo cane potrebbe mostrare paura immediata: coda tra le gambe, leccarsi le labbra, sbadigliare: questi sono segnali che dicono che il tuo cane è a disagio e vuole essere lasciato solo. Se il proprietario del cane, o il dog sitter, non rileva questi segnali e permette o addirittura costringe i cani a interagire, le cose possono andare molto male: ringhiate, scatti improvvisi o attacchi. Il comportamento del tuo cane potrebbe essere interpretato come un tentativo di dominare, con l'aggressività, mentre in realtà il tuo cane ha paura e ha già mostrato segnali di allarme.

Lo stesso vale per le situazioni a casa. Forse a casa accadono cose che creano stress o disagio al tuo cane: bambini rumorosi, altri animali domestici, poco tempo per stare tranquillo o, al contrario, poca attività e stimoli. Forse il tuo cane è semplicemente timido o insicuro e si comporta "da duro" per compensare. O forse il tuo cane sta soffrendo e non vuole essere toccato. Se sei in dubbio, consulta sempre il tuo veterinario.

Impara a conoscere il linguaggio del corpo del tuo cane in modo che tu possa capire di cosa ha bisogno per essere equilibrato e felice.

Un cane ha bisogno di un leader forte?

Senza dubbio, un cane ha bisogno di un leader presente e paziente. Ciò significa che, come proprietario di un cane o dog sitter, devi prenderti del tempo per osservare il comportamento del tuo cane per capire cosa sta vivendo. Se un cane continua ad abbaiare o non ascolta quando chiami, ci possono essere diverse ragioni. Forse il tuo cane è spaventato, annoiato, stressato, ha troppa energia, è malato o ha subito un trauma. In questo caso, il tuo cane ha bisogno di un compagno e di un amico più che di un capo.

Inoltre, il ruolo del leader del branco non è quello di avere tutto il "potere". Non c'è davvero bisogno di pratiche come mangiare prima del cane o di attraversare la porta per primo/a per chiarire che sei il capo. Un cane semplicemente non capirà questi comportamenti. Persino i cani che camminano di fronte a te durante le passeggiate non lo fanno perché vogliono sopraffarti. Ma piuttosto il contrario. Il cane alfa cammina nel retro del branco per mantenere una visione d'insieme sul gruppo. Se il tuo cane cammina a pochi metri di fronte a te, lo sta facendo per "esplorare" l'area. Che carino! 

È importante però essere chiari e coerenti, affermando con sicurezza ciò che desideri dal tuo cane. I cani non vogliono altro che compiacerti e il tuo cane sarà felice di poter dare il meglio se gli chiarirai ciò che desideri. 

Come dovrei allevare e addestrare il mio cane?

Naturalmente, ogni casa ha bisogno delle sue regole, anche in "branchi armoniosi". Ma le regole sono un mezzo per vivere confortevolmente insieme, non per lottare per il potere. Ad esempio: potresti non volere che il tuo cane salti sul tuo letto. Va bene, ricorda solo che il tuo cane vuole solo salire sul tuo letto perché è un posto comodo e perché vuole stare vicino a te. Il letto ha quel tuo ottimo odore! Pertanto, non punire il tuo cane se vuole saltare sul letto, ma cambia il comportamento: porta il tuo cane in un altro posto confortevole dove gli è permesso stare e fagli le coccole li.

Perché la punizione non funziona?

La correzione del comportamento "cattivo" può essere efficace nell'arrestare il comportamento indesiderato, ma questo approccio può causare problemi a lungo termine. Avrai visto su popolare programmi televisivi come una breve correzione fa sì che un cane ascolti all'istante. Il cane obbedirà, ma solo per paura della punizione. Continuando a farlo, il legame tra proprietario e cane sarà costruito sulla sfiducia e sulla paura. Menomale che ci sono metodi migliori!

È meglio premiare un buon comportamento e reindirizzare il comportamento indesiderato. Il tuo cane mastica le tue scarpe? Sposta le scarpe fuori dalla sua portata e dai al tuo cane qualcos'altro da masticare. Abbaia alle persone che passano? Distrai il tuo cane con una palla e premialo successivamente di conseguenza. Il tuo cane corre verso altri cani? Cattura la sua attenzione con il suo snack preferito e lodalo se ignora o saluta l'altro cane in modo amichevole. Questo approccio richiede un po' più di tempo per modificare i comportamenti indesiderati e richiede più pazienza. Ma la ricompensa è impagabile: svilupperai un legame permanente con il tuo cane basato sull'amicizia e sulla fiducia!

Parlane con il tuo dog sitter

Il tuo cane fa regolari passeggiate con un dog sitter? O qualche volta va a stare a casa del sitter? Dì al tuo dog sitter tutto ciò che puoi sul tuo cane e i suoi comportamenti abituali, in modo che il tuo sitter sappia cosa aspettarsi da lui in situazioni sociali. Racconta al sitter di che cosa ha paura il tuo cane, con che tipo di cani ama giocare, cosa gli piace e cosa non gli piace. Così come quali sono i segnali del suo linguaggio corporeo e com'è la sua personalità. In questo modo, il dog sitter potrà aiutare a prevenire i comportamenti problematici e mantenere l'armonia nel "branco".