Primo soccorso per gatti: come prendersi cura di un gatto malato

Primo soccorso per gatti: come prendersi cura di un gatto malato

Primo soccorso per gatti: come prendersi cura di un gatto malato

24/04/2018

Ovviamente si cerca di fare sempre tutto il possibile per mantenere gli animali felici e in salute. Ma può capitare che a volte si ammalino. Alcuni gatti poi, quelli più avventurosi specialmente, a volte possono mettersi nei guai... per questo è importante saper riconoscere i sintomi di una possibile malattia o infortunio. Cosa dovrebbe fare un padrone o un cat sitter in caso di emergenza? Come si esegue il primo soccorso su un gatto? Questi sono i nostri consigli per l'assistenza di emergenza:

Come riconoscere un gatto malato o ferito?

Per accorgersi di un'eventuale malattia o una ferita, è importante conoscere l'aspetto di un gatto felice e in salute. Un gatto sano è vivace e attivo, ha occhi brillanti e un naso asciutto. Inoltre, ha un buon appetito, fa i suoi bisogni con regolarità, ha il pelo pieno e lucido e la pelle pulita. Un gatto in salute si muove senza difficoltà e respira senza emettere rumori. Se si dovessero notare cambiamenti in uno o più di questi aspetti, si potrebbe sospettare che qualcosa non vada.

Se invece si riconoscono subito dei sintomi di malattia o sofferenza del gatto, è consigliabile chiamare il veterinario il prima possibile. Ma cosa si potrebbe fare prima di recarsi dal veterinario? Ecco alcuni accorgimenti in caso di incidenti o infortuni:

Primo soccorso dopo un incidente

I gatti possono essere abbastanza temerari. E anche se si dice che abbiano nove vite, gli incidenti sono sempre dietro l'angolo. Basta un salto andato male per prendere un uccellino o una litigata con il gatto del vicino per riportare lievi o più gravi danni come: 

  • Difficoltà di movimento, zoppicamento
  • Dolore nell'essere toccati o coccolati
  • Ferite: gonfiore o liquido nella zona interessata, sanguinamento
  • Difficoltà a respirare, arresto cardiaco.

Ci sono delle ferite aperte visibili? Per prevenire le infezioni, è possibile pulirle con della soluzione salina. Il gatto continua a leccarsi la ferita? Meglio avvolgerla in una benda per evitare che la continui ad aprire.
Nel caso di una bruciatura: raffreddare l'area per almeno 10 minuti con acqua fredda corrente prima di portare il gatto dal veterinario.

sick cat under blanket

Purtroppo, a volte le ferite sono anche peggio, come quelle riportate dopo un incidente nel traffico. In questi casi è meglio chiamare immediatamente un ambulanza per animali o un veterinario e dare assistenza d'emergenza all'animale. Bisogna sempre ricordarsi che il gatto potrebbe soffrire incredibilemente ed essere ansioso, quindi è sempre meglio utilizzare dei guanti se possibile, per evitare morsi e unghiate. Il miglior sostenio può essere parlare dolcemente al gatto per cercare di rasserenarlo.

Primo soccorso e massaggio cardiaco:

  • Mantenere la calma e assicurarsi che l'ambiente sia sicuro per voi e per il gatto
  • Non spostare il gatto, ma cercare di girarlo sul fianco
  • Cercare di fermare l'eccessivo sanguinamento con tessuto pulito
  • Aprire piano la bocca e assicurarsi che i condotti siano liberi
  • In caso di gravi condizioni: non dare niente da bere o da mangiare al gatto
  • Manca il respiro o il battito? Allora procedere al massaggio cardiaco: comprimere il petto 15 volte per 10 secondi, con insufflazioni bocca a bocca ogni 10 compressioni. Dare un'occhiata anche a questa guida.

Pronto soccorso in caso di malattia

Non bisogna pensare sempre al peggio, ma può capitare che il gatto sia davvero malato ad un certo punto. Non è necessario preoccuparsi per ogni piccolo sintomo. Per esempio il vomito potrebbe non essere sintomo di una malattia ma semplicemente provocato da una palla di pelo o da qualcosa che ha ingerito.  Per riconoscere i sintomi più seri, è importante osservare e conoscere il gatto quando sta bene, per notare le possibili differenze. Anche per questo un pet sitter dovrebbe sempre concordare un incontro preliminare, per vedere come si comporta e come appare il gatto normalmente. Il proprietario deve sempre raccontare le abitudini e il carattere del gatto.

Sintomi molto comuni in caso di malattia:

  • Difficoltà respiratoria
  • Tosse
  • Fluidi dagli occhi e dal naso
  • Il gatto continua a grattarsi e/o leccarsi
  • Vomito o diarrea
  • Difficoltà a urinare
  • Improvvisa letargia o paralisi
  • Improvvisa perdita o aumento di peso

Questi sintomi possono indicare diverse condizioni e quando notati devono essere comunicati al veterinario. Nel frattempo per aiutare il gatto:

  • Mantenere la calma
  • Assicurarsi che il gatto sia al caldo: coperte o borsa termica
  • Fornire un posto tranquillo e oscurato, senza altri animali o bambini
  • Assicurarsi che sia disponibile molta acqua, specialmente in caso di dissenteria. Se il gatto non beve, offrire cibo umido
  • Pulire eventuale sporco da naso, occhi o didietro con un panno pulito

Come pet sitter, cosa dovrei fare in caso di emergenza?

Come pet sitter, può capitare di trovarsi nelle condizioni di avere un animale malato o ferito sotto la tua custodia. Bisogna essere preparati per poter procedere con cautela. Assicurarsi sempre di avere tutte le informazioni importanti e i contatti d'emergenza, oltre al libretto sanitario dell'animale. Tenere in casa un trasportino e un kit d'emergenza sarebbe preferibile per poter agire con bendaggi puliti, panni, soluzioni saline, lozioni di calendula per le ferite e termometro.

Se si nota uno o più dei sintomi elencati sopra, informare il proprietario, per via telefonica o tramite l'app di Pawshake. è sempre necessario mantenere la calma per non far impanicare i proprietari lontani, raccontando loro ciò che si è notato. Magari possono dare informazioni molto importanti in quanto conoscono l'animale meglio di chiunque altro. Mettersi d'accordo su come procedere.

Non riesci a contattare il proprietario? Prendi il controllo della situazione - la sicurezza e la salute dell'animale sono le cose più importanti. Fornisci un primo soccorso e chiama il veterinario. Con ogni prenotazione effettuata su Pawshake, l'animale è coperto dall'assicurazione in caso di incidenti o malanni improvvisi. Nel caso di una visita dal veterinario, chiedi sempre una fattura. Puoi scoprire di più sulla Assicurazione Pawshake Premium qui.

Se hai dubbi o domande su cosa fare in caso di emergenza, contatta il Supporto Pawshake in qualunque momento!